Strategie Avanzate

Essere attivi nel trading significa che stai acquistando e vendendo attività con movimenti a breve termine trarre profitto dai movimenti dei prezzi a breve termine. La mentalità correlata a una strategia di trading attiva è diversa dalla strategia di acquisto e sospensione a lungo termine che si riscontra tra gli operatori passivi. I trader attivi pensano che i movimenti a breve termine e la presa dell’andamento del mercato siano i principali momenti in cui i profitti sono generati sul mercato finanziario.

Esistono diverse tecniche utilizzate per realizzare una strategia di trading attiva, ognuna con l’ambiente di mercato adeguato e i rischi inerenti alla strategia. Qui ti mostreremo le quattro strategie di trading attivo più comuni e i costi integrati per la scelta di ciascuno di essi.

Il day trading è probabilmente lo stile di trading attivo più noto. È sinonimo di trading attivo stesso. Il day trading, come dice il nome, è il processo di acquisto e vendita di attività entro lo stesso giorno. Le posizioni vengono chiuse nello stesso giorno in cui vengono aperte e nessuna posizione viene mantenuta durante la notte. In base alla tradizione, il day trading viene effettuato da trader professionisti, come specialisti o operatori del mercato.

Il trading di posizione è considerato una strategia buy-and-hold e non giornaliera. Anche se il trading di posizione effettuato da trader esperti, può essere considerato una forma di trading attivo. Questa strategia utilizza grafici a lungo termine, dal quotidiano al mensile, combinandoli con altri metodi per definire l’andamento degli attuali movimenti del mercato. Questo tipo di negoziazione può durare da alcuni giorni a diverse settimane a seconda dell’andamento.

Gli scambi di swing normalmente entrano in gioco quando si interrompe una tendenza. Alla fine di una tendenza, di solito c’è una certa volatilità dei prezzi come prova la nuova tendenza affermarsi. L’obiettivo principale del trading swing è individuare una tendenza e quindi capitalizzare sui minimi swing come periodi di acquisto e gli alti swing come periodi di vendita. I trader swing spesso cercano mercati con un alto grado di volatilità in quanto questi sono i mercati in cui è più probabile che si verifichino oscillazioni.

Uno scalper non cerca di commerciare con grandi mosse o alti volumi. Cercano di trarre il meglio dalle piccole mosse che si verificano frequentemente e commerciano con volumi più piccoli più spesso. Poiché la quantità di trading è piccola, gli scalper cercano mercati più liquidi per aumentare la frequenza delle loro operazioni.